Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di the ‘ Stagione 2009/10’ Category

La Roma in rima,Stagione 2009/10

16 maggio 2010

Chievo – Roma

roma (2)Chievo – Roma: 0-2

***

Deppiù de quer che ho fatto nun potevo,
a testa àrta ovunque ho dominato,
l’ho fatti strigne tutto er Campionato,
fino a l’urtima gara contro er Chievo.
***
Nun credo posso mo èsse incorpato,
p’avè perduto quanno nun dovevo,
che a vince sempre si je la facevo,
magari ero compiuterizzato.
***
Trentotto gare toste fino in fonno,
nun le cancello mica co lo strazzio,
p’èsse arivato pur sempre seconno.
***
Nun piango certo si pago sto dazzio,
io sò la ROMA,  mejo squadra ar monno,
er resto conta zero, ossia … Lazzio.

***

Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2009/10

9 maggio 2010

Roma – Cagliari

tottiRoma – Cagliari: 2-1

***

Je sò piovute addosso le censure,

de li soliti geni bempensanti,

co li giudizzi più tèrificanti,

de chi nun usa mai mezze misure.

***

Quer fallo a Balotelli, come tanti,

comunque da punì e forte pure,

j’ha fatto diventà la penna scure,

a sta gran massa de grilli parlanti.

***

Totti ha lassato dà fiato a sta bocca,

sapenno ch’er campione, quelo dentro,

risponne a modo suo a chi lo tocca.

***

Nun serve che ve spiego e me concentro,

a chiude sta terzina che me blocca,

pe divve co sti go’ che ha fatto centro.

***

Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2009/10

5 maggio 2010

Roma – Inter C.I.

C'e' solo la AS RomaRoma – Inter : 0-1

***

Potrei parlavve de la cattiveria,
de l’agonismo in campo e er gioco duro
der rosso a Totti, giusto de sicuro,
ma lasso a voi de tratta’ sta materia.
***
Nun vojo commenta’ quer nerazzùro,
seduto in panca che piagne miseria,
me preme ‘na questione ben più seria,
che va ar di là der gioco, ve lo giuro.
***
Nessuno se la prenda co sta Roma,
che sur più bello inciampa e molla l’osso,
sarebbe grave come cambià idioma.
***
Magari mille anni in giallorosso,
da vive come questo co l’aroma,
de sta lì lì pe fa’ er còrpo grosso.

***

Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2009/10

1 maggio 2010

Parma – Roma

fuga-per-la-vittoriaParma – Roma: 1-2

***

La Roma s’enfagotta sto bottino,
ritorna a vince e lo fa ‘n trasferta,
‘na gara intensa pe’ quanto sofferta,
contr’ogni diceria de biscottino.
***
Er Capitano, palombella ‘ncerta,
finisce ‘n fonno ar sacco a l’angolino,
Taddei raddoppia co ‘n còrpo de fino,
se pija ‘n go’ e tocca sta’ in allerta.
***
Un quarto d’ora a strigne còre e fiato,
fin’ ar triplice fischio arbitrale,
che ce arigala ‘n’ora de primato.
***
Me dicheno, tocca tifa’ lazziale,
risponno: manco si so’ torturato,
o si m’aspetta la corte marziale!

***

Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2009/10

25 aprile 2010

Roma – Sampdoria

grazieRoma – Sampdoria: 1-2

***

Io ai miei je posso di’ solo che grazzie,

p’avemme arigalato sta staggione,

ogni partita è stata ‘n’emozzione,

che te nun pòi capi’: tifi la Lazzie.

***

E anche si oggi provo delusione,

ho le pupille accese e ancora sazzie,

de la mia Roma che, co’ tue disgrazzie,

m’ha fatto gode p’esse anche Campione.

***

Ma ho pensato a te perfino troppo,

quanno cio’ d’affronta’ ancora er Parma,

Cajari e Chievo e a vince senza ‘ntoppo.

***

Per questo dico ai miei, adesso carma,

mannamo via da la gola sto groppo,

che ancora nun s’è scaricata l’arma.

***

Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2009/10

21 aprile 2010

Udinese – Roma C.I.

coppaitaliaUdinese – Roma: 1-0

***

Se perde, ma se passa e questo conta,
era ‘mportante solo anna’ ‘n finale,
arispariama’ risorse e capitale,
in modo da lassa’ la squadra pronta.
***
Smartita la goduria co’r lazziale,
che poi chissà pe’ quanto se racconta,
la Roma nun concede la rimonta,
de li du’ go’ de vantaggio inizziale.
***
E’ de la coppa la cosa più bella,
pure che perdi tu, seguiti er viaggio,
si è annata mejo la gara gemella.
***
Anche perchè come diceva er saggio,
bisogna guarda’ in cielo a quella stella,
che pò fa rima cor cinque de maggio.

***

Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2009/10

18 aprile 2010

Lazio – Roma

vucinic01gLazio – Roma: 1-2

***

La Roma ha vinto e ancora nun ce credo,
e come posso crede a com’è annata,
sotto de ‘n go’, co’r rischio de mazzata,
rigore pe’ la Lazzio e io me siedo.
***
Ma Julio Sergio je l’ha stra-parata,
e poco dopo Mirko cambia àredo,
a na partita ch’ancora stravedo,
co’ ‘na doppietta ch’è più ‘na tramvata.
***
Pe’ li cuggini, mamma mia che botta,
noi primi, derby vinto e sogni veri,
loro a du’ passi da tèra che scotta.
***
Ma checcefrega de quei forestieri,
che vengono cor cacio e la ricotta,
pensamo a ringrazzia’ Mister Ranieri !!!

***

Stefano Agostino