Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di the ‘ Tempi d’oggi’ Category

I sonetti romani,Tempi d'oggi

30 agosto 2017

Testa de razzo

Testa de razzo

***

Kim Jong-un, ch’è er capoccia coreano,

tanto pe cazzarà, che bontempone,

fa sorvolà un ber razzo sur Giappone,

che fa prude ar nipponico le mano …

***

… co squillo de sirene e la nazzione

che chiede sicurezza a l’Onu e strano

che ‘na minaccia p’er genere umano,

necessitasse de dimostrazzione.

***

Già quanno Kim sparava missiletti

tanto pe fasse bello in der palazzo,

ce se doveva da penzà a l’effetti …

***

… de un lancio più lontano de un suo razzo,

e ammorbidije idee, sogni e proggetti

de fà la guera, a ‘sta testa de ….. !

***

Stefano Agostino

____________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

1 agosto 2017

Bagno nudo ar Fontanone

Bagno nudo ar Fontanone

***

Er primo che me dice: “Sei razzista”,

perché me ‘ncazzo si nun c’è controllo

e uno se pò fà er bagno in ammollo

da dentro ar Fontanone in bella vista …

***

… compretamente nudo e qui barcollo

pò fàllo, e nun è er primo de la lista,

senza probbremi … j’arisponno: “Pista

o te do un carcio in culo da decollo”.

***

Nun è questione certo de razzismo,

c’è in gioco civirtà e anch’er decoro,

nun è un’apologgia qui de fascismo.

***

Se sta a passà er limite e ignoro

a che potrà portà mai er bonismo,

co ‘st’incivili e limortacciloro!

***

Stefano Agostino

_______________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

13 luglio 2017

Un “iceberg” quanto la Liguria

Un “iceberg” quanto la Liguria

***

In Antartide, ce dicheno l’esperti,

che s’è staccato un “iceberg” co ‘na furia

de ‘na grannezza pari a la Liguria,

pe la raggione che sò tutti certi …

***

… riguarda er cambiamento che l’incuria

de l’omo ha fatto ar clima e restà inerti

di fronte a ‘sti messaggi, lassa aperti

li rischi che la Tera poi se ‘nfuria.

***

Ma quanno dici “clima” a li capoccia

che reggheno le sorti der pianeta,

je parte ‘na risata da bisboccia.

***

Fin quanno poi je toccherà sta a dieta,

senza più sòrdi indentr’a la saccoccia,

chi je dà da magnà e chi li disseta.

 ***

Stefano Agostino

__________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

6 giugno 2017

Baciamo le mani

Baciamo le mani

***

Me pare giusto, si sta tanto male,

che metti pò morì da un anno a l’artro,

famolo uscì dar carcere, perartro,

lì nun se pò curà, certo è normale.

***

Der resto si è taluno o si talartro,

che conta si è assassino occasionale,

o capo-mafia, peggio criminale,

“Capaci” e “Via D’Amelio” è lui lo “scaltro”.

***

Paese ch’è ben più de Purcinella

‘na morte dignitosa a Totò Riina,

che pò così usci da quela cella.

***

Fasse curà co quarche medicina,

pe fà felice chi ce se affratella,

“bacia le mani” e ar boss ancor se ‘nchina.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

23 maggio 2017

La fine ch’hai da fà

La fine ch’hai da fà

***

Si avevo l’aggettivo più appropiato,

poté qualificà in modo preciso

chi a Manchester stanotte infame ha ucciso,

l’avrebbe certamente utilizzato.

***

Ma nun ce l’ho pe te bastardo intriso

de merda in capoccia ch’hai bruciato

appresso a la tua fede de un malato

che nun pò meritasse un paradiso.

***

Posso solo sperà che giusto adesso

te trovi sotto ar culo de l’inferno

in bocca ar diavolaccio che t’ha messo …

***

… ner punto più anniscosto e più a l’interno

che puzza più der peggio zozzo cesso

e là ciài da restà pe un tempo eterno!

***

Stefano Agostino

____________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

17 maggio 2017

Blue whale – Balena blu

Blue whale – Balena blu

***

“Blue whale” se chiama ‘st’urtima trovata

che m’arifiuto de chiamalla gioco,

de autolesionasse, e manco poco,

cinquanta prove … come ‘na scalata.

***

“Balena blu”, tradotto pressappoco,

da incidese sur braccio disegnata

ma co un rasoio, tipo tatuata,

solo l’inizzio e pari è dasse foco.

***

Salì fin’ar livello de cinquanta,

der lancio giù dar tetto de un palazzo,

co gente che ariprenne tutta quanta …

***

… la scena e chi se butta dar terazzo

pe sfracellasse, e c’è chi se ne vanta,

penza che grado de testa de cazzo!

***

Stefano Agostino

_________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

18 aprile 2017

Tutti giù pe … guera

Tutti giù pe … guera

***

S’ha da guardà così le cose in faccia,

pe fasse du’ domanne su ‘sto monno,

in mano a quarche matto a tutto tònno,

che gioca a fà la guera o la minaccia.

***

Nun pare ce sia un saggio che un seconno

se fermi a aspettà er vento de bonaccia,

tra li capi de Stato e nun c’è traccia

de chi voja evità ‘sto finimonno.

***

Vabbè uno ce n’è, sta in Vaticano,

da mó che lo sta a dì “guera mondiale”

a pezzi, e je lo dice a còre in mano …

***

 … de dialogà cercanno de stà in pace,

ma a la comunità internazzionale

nun je ne frega gnente e, zitta, tace. 

***

Stefano Agostino

______________________

***