Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di the ‘ Stagione 2013/14’ Category

La Roma in rima,Stagione 2013/14

18 maggio 2014

Genoa – Roma

Genoa – Roma:

***

‘Na Roma che già pare sia in vacanza

e no da oggi, ma da tre partite,

‘ndò è annata più che artro a fà tre gite,

va a perde artri punti Miralanza.

***

‘Na gara co le mire ormai finite, 

che nun cià senzo e che nun cià importanza,

che serve solo a dà un po’ de distanza

a zebbre bianconere più inzeguite.

***

Ma si s’ammette un calo de tenzione,

nun se pò tollerà er nun rispetto,

pe maja, che vò impegno e abnegazzione.

***

Ché nun pò èsse, hai perzo lo scudetto,

e hai mollato, nun te do raggione,

e chiudo co ‘sto sfogo ‘sto sonetto. 

***

Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2013/14

11 maggio 2014

Roma – Juventus

Roma – Juventus: 0-1

***

Verebbe guasi da lassallo in bianco,

‘sto fojo dopo ‘st’artra delusione,

nun scrive gnente, mannà giù er boccone,

mettennose a sedé a l’urtimo banco.

***

Ma invece no, e senza fà er piagnone,

accetto ‘sta sconfitta e quest’ammanco

de punti de distanza, ma mai stanco

già mó io credo a ‘na ROMA CAMPIONE.

***

Nun è de certo che co ‘sta sconfitta,

io qui cancello tutto un campionato,

da granne squadra, e pure che mó slitta …

***

… bè ce pò stà, nun è ‘sto gran reato,

se guarda avanti tutta e tutto a dritta,

ché er futuro è nostro, dichiarato!

***

Stefano Agostino

***

 

La Roma in rima,Stagione 2013/14

4 maggio 2014

Catania – Roma

Catania – Roma: 4-1

***

Ma che c’entrava adesso ‘sta sconfitta?

Me chiedo e m’arichiedo, così adesso?

Nun era er tempo de “Grazzie lo stesso”,

è inutile parlà de l’aria fritta.

***

Invece co ‘sto schiaffo e er suo riflesso

de quelli a festeggià, lassù in soffitta,

nun s’è capita mica ‘ndò era scritta

‘sta gara ch’hai buttato indentro ar cesso.

***

E nun vojo sentì: “Nun t’accontenti?”

O frasi pe ossannamme ‘sta staggione,

le lasso a l’artri, nati già perdenti.

***

Io nun so’ èsse ipocrita e cojone,

‘sti quattro go’ beccati so’ parenti

de chi nun vince mai, pe istituzzione.

***

Stefano Agostino

***

La Roma in rima,Stagione 2013/14

25 aprile 2014

Roma – Milan

Roma – Milan: 2-0

***

Grandiosi, no de più, spettacolari,

se vince ancora, e mó è la nona vorta,

fosse sortanto pe mannalla storta,

a zebbre ch’han rubbato come bari.

***

Er primo go’ de Pjanic, co la porta

a inchinasse pe ‘sto Stradivari,

sonato co un’azzione che una pari

nun se riesce a vedé, ma poco importa.

***

Er due a zero è un tocco de Gervigno,

tiro de Totti eppoi respigne Abbiati,

su la respinta, lui ce mette er ghigno.

***

Poi nun ce sò più rischi e né più fiati,

ma ‘na vittoria che va ne lo scrigno,

a infastidì li gobbi e li zebbrati.

***

Stefano Agostino

***

La Roma in rima,Stagione 2013/14

20 aprile 2014

Fiorentina – Roma

Fiorentina – Roma: 0-1

***

Che bella Roma! Mamma mia che bella.

Che granne Roma! Mamma mia che granne.

De cinque, dieci, venti, mille spanne

più forte de ‘gni artra, arbitri e jella.

***

Anche a Firenze mostra denti e zanne,

e vince contro er viola de Montella,

Nainggolan accenne quela stella

co un go’ che intanto io te sfido a fanne.

***

Che granne Roma! Ma che granne annata:

conquista già da mó er seconno posto,

e ancora je sta appresso a la zebbrata.

***

Chissà chi chiacchierava tanto a agosto,

si s’aricorda come l’ha inzurtata,

ciavrà er coraggio de scusasse tosto?

***

Stefano Agostino

^^^

La Roma in rima,Stagione 2013/14

12 aprile 2014

Roma – Atalanta

Roma – Atalanta: 3-1

***

Taddei, co Ljaijc e a triplicà Gervigno,

a ariccontà in un rigo er risurtato,

ma er gioco ch’hai prodotto e che c’è stato,

merita più de un rigo e un artro scrigno.

***

La Roma in lungo e largo ha dominato,

co un modo de giocà, pure che intigno,

che nun cià uguali, manco er gran “Murigno”

da tutti quanti adesso decantato.

***

Possesso palla senza precedenti,

‘na rete de passaggi lì in sequenza,

da stropicciasse l’occhi immantinenti.

***

Si quest’è l’annamento e la tennenza,

quelli davanti, bè, stessero attenti,

a facce caso a la nostra presenza.

***

Stefano Agostino

***

La Roma in rima,Stagione 2013/14

6 aprile 2014

Cagliari – Roma

Cagliari – Roma: 1-3

***

Sesta vittoria in fila co tripletta

de chi da quarche genio de maestro

è stato criticato, Mattia Destro,

che invece l’avverzari se ‘mporpetta.

***

Tre punti, com’er tiro che a canestro

se segna fòri da quela lunetta,

e tutta quanta Roma adesso aspetta,

un corpo de caciucco, un po’ mardestro.

***

Peccato tutte quele ammonizzioni,

de l’omini in diffida, ma va bene,

stasera nun se fanno previsioni.

***

Mó ch’hai espugnato Cajari e le pene

de anni de cocenti umijazzioni,

festeggia ‘sta vittoria ne le vene.

***

Stefano Agostino

***