Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di marzo 1, 2011

Romanamente

1 marzo 2011

La pagina ASR di Marzo

31 marzo – Al centro del mirino
Con tutto quel che sta succedendo nel mondo e in Italia è davvero sorprendente che i nostri rappresentanti al Parlamento e i nostri ministri al Governo abbiano tempo, modo e voglia per occuparsi anche delle vicissitudini societarie della Roma e del suo passaggio agli americani. Il tema è diventato di strettissima priorità. Si cerca di far luce sui nuovi soggetti che avrebbero la velleità di diventare proprietari, per verificare la loro affidabilità, la loro serietà, la rispondenza nei fatti a quanto dichiarato nel corso delle riunioni intercorse. Esemplare per tempestività questo intervento. Da qui alle firme a Boston, chissà quanti altri simili accadimenti dovremo registrare. Del resto in Italia e nel mondo cos’altro sta accadendo di così importante che non sia l’acquisto della ASRoma da parte di Di Benedetto? Sempre forza Roma.
(continua…)

I sonetti romani,Schegge di vita

42esimo de matrimogno

42esimo di matrimogno

42esimo de matrimogno

***

Quarantadu anni de matrimogno

che a dillo serve quasi er dizzionario,

da quanno voi due, GABRIELLA e ILARIO,

avete detto: “SI’, de te ho bisogno”.

***

Sta data sta a segnà quer calendario,

che nun cià mesi, si nun dentro a un sogno,

ch’è ricco, senza avecce patrimogno,

e nun festeggia er solo anniverzario.

***

Er calendario ch’è sortanto vostro,

che cià le date scritte in due a braccetto

o in quattro o più, mettennoce der nostro.

***

E co VOI genitori sto sonetto,

nun pò che aringrazzià er Padrenostro

pe’r PRIMO MARZO, giorno benedetto.

***

Stefano e Paolo Agostino

__________________________