Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di maggio 5, 2017

I sonetti romani,Romanamente

5 maggio 2017

Bon compreanno GIRO

Bon compreanno GIRO

***

Bon compreanno GIRO, ciài cent’anni,

e ancora fresco sei come ‘na rosa,

de quer colore de la maja in posa

pe chi lo vince senza trucchi e inganni.

***

Sempre che nun rovini poi ‘gni cosa,

er doping a infestallo co li danni

a questo e a l’artri sport ché anche li granni

traguardi, sò tarocchi in chi se dosa.

***

Ar GIRO resta er fascino immutato

in de ‘gni tappa a sprint o de montagna

de fà vedé un Paese ch’è incantato.

***

Dimenticanno un mese er magna magna

 de la gentaccia che l’ha arovinato,

… ma passa er GIRO … artro che Francia o Spagna.

***

Stefano Agostino

_______________________

***