Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di giugno 2, 2017

I sonetti romani,Romanamente

2 giugno 2017

Er due giugno

Er due giugno

***

Festa de la Repubblica italiana,

co tanto de parata militare,

da li Fori Imperiali ar granne artare

che sta a Piazza Venezzia, nun lontana.

***

Poi voleno da Pratica de Mare

le frecce tricolori e ’na fiumana

de gente, tutta a naso in su, che sgrana

l’occhi ner rombo de virate rare.

 *****

E tutti quanti in fila, pe reparto,

davanti ar pàrco ’ndó c’è er Presidente,

sfileno li sordati, sguardo in arto.

***

Viè da penzà co ’ste forze de tera,

de mare e d’aria e ’gni arma più potente,

com’è ch’avemo perzo noi la guera?

***

Stefano Agostino

_______________________________

***