Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di giugno 7, 2017

I sonetti romani,Romanamente

7 giugno 2017

La legge der ritardo

La legge der ritardo

***

Ciài fatto caso? Quanno sei in ritardo,

si sei sempre preciso e puntuale,

se mette tutto contro, micidiale,

a arivà ar punto esatto de traguardo.

***

Er traffico, che già de sé è anormale,

mortiprica in volume de un mijardo,

co ‘gni semaforo ch’è più bastardo,

ché beccà un verde è evento eccezzionale.

***

Pe nun parlà nemmeno der parcheggio,

si sei in ritardo e si te dice bene,

lo trovi da ganasce oppure peggio.

***

Chi è ritardatario ne le vene,

nun cià de ‘sti probblemi e guasi a sfreggio,

ariva tardi, senza grosse pene.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***