Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di giugno 11, 2017

I sonetti romani,Schegge di vita

11 giugno 2017

La Santissima Trinità

La Santissima Trinità

***

Capilla come pò fà un regazzino,

la Trinità ne le Sue tre perzone,

distinte e ar tempo stesso in communione,

dico quel’espressione d’Uno e Trino.

***

Ciariva er còre, mica la raggione,

pulito come quello d’un bambino,

pe cui è normale, è ovvio, er Trio divino,

è un Tre in totale e Uno in addizzione.

 ***

Da granne a l’occhio ch’ortre nun vò vede,

nun c’è argomento che lo spieghi, tanto

ce pòi arivà sortanto co la Fede.

 ***

È solo grazzie a Lei e a quer Suo impianto,

che pòi intuì un solo Dio in cui crede:

er Padre, er Fìo e lo Spirito Santo.

***

Stefano Agostino

________________________________

***