Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di luglio, 2017

I sonetti romani,Romanamente

31 luglio 2017

‘Gni fine lujo

‘Gni fine lujo

***

Ariva fine lujo e so’ spremuto,

un anno de lavoro tutto addosso,

er callo, che nun reggo, a dà l’affosso

e cor lavoro che viè giù a imbuto.

***

Ma quann’è fine lujo godo grosso,

perché comincia er tempo più voluto,

pe riposamme e stà più de un minuto

a fà un ber gnente e guai a èsse scosso.

***

Ch’è come scavallà ‘gni arta cima,

ché fine lujo è er cijo o più la cresta

de la montagna ch’ho scalata prima.

***

Com’er preludio ar gusto de la festa

che apre come fa ‘st’urtima rima,

co ‘na vacanza ch’è già ne la testa.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

30 luglio 2017

Dar Vangelo der giorno: “parabbole sur Regno”

Dar Vangelo der giorno: “parabbole sur Regno”

***

“Er Regno è quer tesoro ch’è anniscosto”

— disse Gesù — “niscosto e chi lo trova,

lo va a annisconne ar campo ‘ndó lo scova,

se venne tutto e va a comprà quer posto.

***

E’ simile a un mercante che aritrova

la perla più prezziosa e tosto, tosto,

se venne tutto pe comprà, piuttosto,

la pietra che ha scoperto e che arinnova.

***

Er Regno è rete ch’è gettata in mare,

pe annà a pescà un gran nummero de pesci,

 finché s’ariempie, ar lume de lampare.

***

Quanno ch’è piena, ariva er pescatore,

(e prova a immagginallo si ce riesci),

se capa er pesce e scejerà er mijore”.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***

I sonetti romani,Romanamente

29 luglio 2017

Partenze inteliggenti

Partenze inteliggenti

***

Un anno de lavoro, comprimenti!

Mó vòi partì senza ascortà nisuno,

sia ch’è Sardegna, sia che sia Nettuno,

te dài a le partenze inteliggenti.

***

Solo che te penzavi d’èsse uno

a fà da solo ‘sti raggionamenti,

invece sò dieci mijoni o venti

quelli partiti mó cor cèlo bruno.

***

Così che pe ‘sta tua granne penzata,

sei ‘mbottijato ar sole a coce a agosto

e resterai così mezza giornata.

***

Partenza inteliggente va’ in quer posto,

ché mejo de stà fermo in careggiata,

è lavorà perzino tutto agosto.

***

Stefano Agostino

________________________

***

PER IL VIDEO-SONETTO VAI QUI: Partenze inteliggenti

***

******

La Roma in rima

28 luglio 2017

Ninja fino ar 2021

Ninja fino ar 2021

***

Ha rinnovato RADJA, ha rinnovato,

contratto fino ar dumilaventuno,

così che s’azzittisce quarchiduno,

che ar Ninja già lo dava ormai pe annato.

***

E invece nun ce ne sta pe nessuno,

NAINGGOLAN sur tavolo griffato

de nerazzuro, … (ma chi cià penzato)

ha detto “sì”, … ma tanto ce sta uno …

***

… che ieri, coincidenza ar calennario,

se n’è sortito, e nisuno obbietti,

“der Nainggolan più forte è Joao Mario”.

***

L’ha detto veramente? Sì, Spalletti,

facenno ride tutto er circonnario,

… pe conzolasse sò boni l’ajetti.

***

Stefano Agostino

***

La Roma in rima

27 luglio 2017

Serie A 2017-18

 Serie A  2017-18

***

Se parte d’ATALANTA in bergamasca,

poi in casa l’INTER e fòri la SAMPDORIA,

VERONA e BENEVENTO, prima in storia,

poi l’UDINESE e er MILAN a seguì in vasca.

***

Viè er NAPOLI ner pizzo de Trigoria,

TORINO eppoi CROTONE e dopo casca

BOLOGNA e FIORENTINA e fresca frasca

de LAZIO prima e GENOA in memoria.

***

Ancora c’è la SPAL che fa ritorno,

er CHIEVO e pe sciorinà ‘sto volo

c’è CAGLIARI e JUVENTUS tutto attorno.

***

A chiude er giro ariva er SASSUOLO,

s’aricomincia inverzo fin’ar giorno

in cui se chiude er conto presciarolo.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Schegge di vita

26 luglio 2017

La Musica immortale

La Musica immortale

***

Vivaldi, Mozart, Bach, Verdi e Rossini,

Beethoven, Liszt, Chopin e Donizetti,

Rachmaninov, Tchaikovsky, Wagner e metti

poi anche Strauss co Schubert e co Puccini.

***

Hendel co Mendelssohn, Brahms, e l’archetti

de un Berlioz o un Bizet o Paganini,

poi Dvorak, co Ravel o ar più Bellini,

Scarlatti, Monteverdi, Haydn e nun detti…

 ***

Autori de la Musica più bella,

che riesce a sfiorà l’anima a l’orecchio,

e l’omo ar monno tutto l’affratella.

***

Ché vince er tempo e pure de parecchio,

che dà la melodià a ‘na campanella,

e fusse pure l’urtima da vecchio.

***

Stefano Agostino

_________________________

***

I sonetti romani,Romanamente

25 luglio 2017

Politicanti d’oggi

Politicanti d’oggi

***

Ce fusse uno cui poté fidasse,

co ‘sto “quaqquaraqqua” de governanti,

er “coccodè” de ‘sti politicanti,

e quer “cra-cra” de chi sa mette tasse …

***

… tra loschi traffichini e mestieranti,

da cui ce sta de certo da guardasse,

ner gioco a masticà de prima classe,

tra clima e flussi enormi de migranti.

***

Governeno, e manco grazzie a un voto,

dovressece da stà democrazzia,

ma qui è quella der popolo ch’è scroto.

***

Che serve si è da spreme già a limone,

sinnò è più un ammennicolo e che sia

trattato come scroto, ossia cojone.

***

Stefano Agostino

__________________________

***