Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di agosto 2, 2017

I sonetti romani,Romanamente

2 agosto 2017

Giusto lucifero se pò chiamà

Giusto lucifero se pò chiamà

 ***

Cor nome dato ar diavolo sortanto,

potevano indicà ‘st’anciclone,

lucifero, minuscolo in raggione

der fatto che nun merita arcun vanto.

***

Temperature fòri de staggione,

co l’afa, che si tanto me dà tanto,

è solo un’elisione e dico quanto

de AFA…NCULO a l’arta pressione.

***

Er primo che dovesse fà un lamento,

quanno sarà de pioggia, freddo o ghiaccio,

de inverno, gelo, grandine e lo sento …

***

… pìo la rincorza, tutto quanto er braccio,

e je parcheggio in faccia anche contento,

‘sta mano … ché un autografo je faccio.

***

Stefano Agostino

__________________________

***