Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di dicembre 7, 2017

I sonetti romani,Schegge di vita

7 dicembre 2017

Viggija de un giorno de festa

Viggija de un giorno de festa

***

Viggija, come sempre pe ‘gni festa,

pe assaporà de gusto er giorno appresso,

rigala già un momento prima stesso

er senzo de la gioia che s’appresta.

***

L’attesa der piacere è un compromesso

tra vive er tempo quanno ariva e desta,

e aspettallo, che te batte in testa

co un senzo de godesselo compresso.

 ***

Pe ‘sto motivo ‘gni viggilia è bella

co quela borza piena d’emozzioni

che porta addietro si fa capoccella.

***

Un sabbato che rime e che canzoni

hanno cantato pe aspettà la stella

der giorno dopo, tra tante mijoni.

***

Stefano Agostino

________________________________

***