Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di marzo 4, 2018

I sonetti romani,Schegge di vita

4 marzo 2018

Dar Vangelo der giorno: “la cacciata de li mercanti dar Tempio”

Dar Vangelo der giorno:

“la cacciata de li mercanti dar Tempio”

***

Fece ‘na frusta co le cordicelle,

cacciò così li mercanti dar Tempio,

gridanno: “Che è ‘sto schifo? Che è ‘sto scempio?

Portate via colombe e pecorelle!”

***

E a li giudei je fece: “Bell’esempio

che state a dà dar Padre Mio co quelle

monete, invece de stà a usà favelle,

pe convertì er peccatore e l’empio!”

***

E quelli allora lì vollero un segno,

je disse: “Io, in tre giorni, l’arifaccio

si distruggete er Tempio in marmo e legno”.

***

Ma era pe dì che Lui sarebbe morto,

(er Tempio era er Suo Corpo) co l’allaccio

a li tre giorni dopo in cui è Risorto.

***

Stefano Agostino

______________________________

***