Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di aprile 4, 2018

La Roma in rima,Stagione 2017-18

4 aprile 2018

Barcellona – Roma C.L.

Barcellona – Roma: 4-1

***

Quanto pò èsse farzo un risurtato,

‘sto quattro a uno qua ce lo dimostra,

a parte guasi tutto opera nostra,

co un doppio autogo’ … mai capitato.

***

… ma poi ch’è finita co ‘sta mostra

là scritta ar tabbellone un po’ antiquato,

nun tiè de certo conto che ha giocato

anche la Roma su ‘sta granne giostra.

***

Perciò me vanto de ‘na cosa bona,

che qui pe grossa parte de la gara

je s’è tenuto testa ar Barcellona.

***

Poi già domani so ch’è un artro giorno,

come direbbe infin Rossella O’Hara,

magara sarà mejo assai er ritorno.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Romanamente

Li quattro aprilanti

Li quattro aprilanti

***

C’è un detto popolare er quattro aprile:

“Si piove er dì de li 4 aprilanti,

piove p’artri quaranta dì filanti”,

modo de dì che varca ’sto cortile.

 ***

Infatti s’aritrova anche in tanti

dialetti ortr’er nostro campanile,

ma è un detto che me fa venì la bile

p’er contenuto e quela rima in “anti”.

 :::

“Sippoi lo sanno puro li parenti”,

prosegue ’sto dettame un’artra riga,

c’è er rischio che “ne piove p’artri venti”.

 ***

Ma a parte er che vor dì, che nun me ’ntriga,

chi annuncia pioggia fissa e artri eventi,

nun è che gnente gnente porta sfiga ?!?

***

Stefano Agostino

_______________________

***