Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di maggio 3, 2018

La Roma in rima

3 maggio 2018

Grazie Roma

GRAZIE ROMA

***

Io nun ce casco mica in der tranello,

che stanno a fà da ieri li lazziali,

da sempre li poracci nazzionali,

che vanno avanti a coppa de Formello.

***

Seconno cui giocà semi-finali,

e uscinne poi pe un soffio ar campanello,

rènne er cammino fatto un tantinello 

più su che vince co le provinciali.

***

Invece io me tengo, eppure stretto,

er tanto che s’è fatto e bon auspicio

de mijorasse … e basta anche pochetto.

***

Tu che gioisci a fochi d’artificio,

vor dì che sei sortanto un poveretto

no a la frutta, ormai, ma ar dentifricio.

***

Stefano Agostino

***