Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di giugno 11, 2018

I sonetti romani,Romanamente

11 giugno 2018

Mortacci

Mortacci

***

“Mortacci” a Roma è tipica espressione

che, come dì, è onnicomprensiva,

dì ch’è un inzurto è cosa riduttiva

e chi lo fa nun sempre cià raggione.

***

C’è chi la dice co rabbia cattiva

e allora sì ch’è giusta ‘st’oppignone,

ma spesso nun riguarda mai perzone

e men che mai la gente nun più viva.

***

Così che a vorte è più compiacimento

pe te, pe lui, e pe l’antenati vostri

che sò citati guasi a gradimento.

***

A le artre, è più vibrante come un coro,

 che tocca anche li mia, come li nostri,

e l’anima de li mortacci loro.

 ***

Stefano Agostino

______________________

***