Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di giugno 12, 2018

I sonetti romani

12 giugno 2018

Nun te lo faccio

Nun te lo faccio

***

Nun te lo faccio no, quer ber sonetto,

che guarda un po’ me chiedi propio adesso,

sò anni che li scrivo e mai è successo,

che me chiedessi de rimà in dialetto.

***

E mó co ‘st’argomento  … e che so’ fesso?!? …

de li migranti e porti cor lucchetto,

tu caso strano me poni l’oggetto,

come pe dì … visto che croce hai messo?

***

A parte che nun ho votato lega,

ma ‘sta soddisfazzione da du’ sordi,

nun te la levo no, ma chemmefrega …

***

Rassegnate, la rima te la scordi,

e passa meno er tempo co ‘sta bega,

stai troppo a rosicà, così te mordi!

***

Stefano Agostino

___________________________

***