Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di luglio 1, 2018

I sonetti romani,Schegge di vita

1 luglio 2018

Dar Vangelo der giorno – “Gesù e l’emorroissa”

Dar Vangelo der giorno: “Gesù e l’emorroissa”

***

‘Na donna era da tempo emorroissa,

quanno vide Gesù: “Pur che sbarello”,

disse tra sé, “je tocco quer mantello

e Lui me guarirà, senza ‘na rissa”.

***

Fece così e in quer momento er bello

è che ar suo sangue er flusso je se fissa

je se ‘nterompe, er male se inabbissa,

guarisce tra la folla e er suo macello.

***

Gesù che nun s’accorze de la tizzia,

ma de la forza che j’era mancata

ar tocco der mantello Suo, lì inizzia …

***

… a dì: “Chi m’ha toccato” – “Io, malata”.

Lui chiuse co ‘na voce de letizzia,:

“Mó va’ che la tua Fede, t’ha sarvata”.

***

Stefano Agostino

_______________________

***