Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

13 agosto 2017

Dar Vangelo der giorno: “la tempesta e Pietro”

Dar Vangelo der giorno: “la tempesta e Pietro”

***

Le onde già aggitate de tempesta,

scuoteveno la barca a destra e manca,

co li discepoli a faccia bianca

pe la paura de cosa funesta.

***

Apparve a lor Gesù e chi s’appresta

a annà da lui è Pietro che s’affranca

da tutti l’artri, e verso Lui già aranca,

ar Suo richiamo: “Vieni”, che lo desta.

 ***

Su l’acqua se ‘ncammina fin’a quanno

er vento lì se ‘nfuria e se fa forte,

e Pietro se ‘mpaurisce co l’affanno.

***

“Signore sarva me da certa morte”,

je fa a Gesù, er quale de rimanno,

“Ciài poca fede” e je sarva la sorte.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

  1. Le onde già aggitate de tempesta,
    scuoteveno la barca a destra e manca,
    co li discepoli a faccia bianca
    pe la paura de cosa funesta. … (continua)

    Comment by Stefano — 29 luglio 2017 @ 15:57
  2. Avere fede in Dio ci aiuta a superare tutti gli ostacoli!
    Buona Domenica!

    Comment by letizia — 13 agosto 2017 @ 10:14
  3. Questa si può considerare la parte fondamentale del Vangelo: tutto è imperniato sulla fiducia nella parola del Cristo.

    Comment by 'svardo AsR'29 — 13 agosto 2017 @ 18:40

Lascia un commento

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>