Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di novembre 26, 2017

La Roma in rima,Stagione 2017-18

26 novembre 2017

Genoa – Roma

Genoa – Roma: 1-1

***

Trovà de chi è la corpa è assai scontato,

perciò lo lasso a chi nun vede l’ora

de scrive der gestaccio e er VAR ancora

usato mai a favore in campionato.

***

Un pari in dieci, anche si viè fòra

la rabbia p’er vantaggio conquistato

si nun me riempie de gioia er palato,

dico che ce pò stà, e spiego allora.

***

Dopo ben dodici vinte in trasferta,

pò èsse che viè poi pure un pareggio,

nun è trionfo, questa cosa è certa.

***

C’è solo da scrollasse de ‘sto sfreggio,

riprenne già la strada un po’ più erta,

co un punto nun sto fermo, né indietreggio.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Schegge di vita

Cristo Re de l’Univerzo

Cristo Re de l’Univerzo

***

È er dì de Cristo Re de l’Univerzo,

pe noi cristiani è er vero capodanno,

intenno dì in Liturgia parlanno,

se chiude un anno e s’apre uno diverzo.

***

E datosi che oggi inizzia l’anno,

dovremmo festeggià mica pe scherzo,

pe renne meno propio, e no introverzo,

er Credo che noi annamo professanno.

***

E ‘gni famija unita a stà in preghiera,

p’aricordà che Cristo è Re der monno,

sarebbe la più lucida magnera …

***

… pe vive ‘sta gran Festa fino in fonno,

fà in modo che pe ‘na giornata intera,

se possa èsse cristiani in der profonno.

***

 Stefano Agostino

___________________________

***