Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Marzo, 2018

I sonetti romani,Schegge di vita

22 Marzo 2018

Er matto

Er matto

***

Er matto è matto lui o chi lo crede?

Chi è che se pò dì sano de mente?

Ch’abbasta unì ‘ste due e viè demente

e er matto ar sano poi come lo vede?

***

Chi è che sa de nun avecce gnente

tra fisime o manie e nun eccede

in quarche sua stranezza e nun s’avvede

de quanto pò sembrà ch’è un deficiente?

***

Er fatto è ch’er concetto de equilibbrio

de testa e de raggione è soggettivo,

nun c’è misura certa de squilibbrio.

***

E pure quanno, caso indicativo,

c’è un matto che dà pubblico ludibbrio,

pò èsse che stia a recità dar vivo!

***

Stefano Agostino

_________________________

***

I sonetti romani,Romanamente

21 Marzo 2018

Sarebbe Primavera

Sarebbe Primavera

***

Giusto così, sarebbe Primavera,

armeno l’astrologgica sortanto,

ché a guardà in su, si tanto me da tanto,

c’è fissa ormai ‘na nuvolaccia nera.

***

Ce sta pure er termometro ch’è affranto

sta tanto giù porello, e manco spera

de aritirasse su, ch’è ‘na chimera

co ‘na giannetta a urlaje in controcanto.

***

De notte, poi, ce dicono l’esperti,

potrebbe èsse che arifà du’ fiocchi,

nun sò sicuri, ovvio, né sò certi.

***

Noi ner frattempo aprimo bene l’occhi

senza bisogno de tenelli aperti,

la neve pòi vedé quanno t’abbiocchi.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

20 Marzo 2018

Prima de giudicà

Prima de giudicà

***

Prima de giudicà un po’ tutti e tutto,

dovrebbimo da vive noi er momento,

che er tizzio su cui noi famo un commento,

sta a passà adesso, e quant’è bello o brutto.

***

Prima d’esprime er nostro intennimento,

e daje ‘na sentenza soprattutto,

sarebbe da conosce che costrutto

ce sta de fronte ar suo atteggiamento.

***

Ammesso poi che tutto ce sia noto

prima de dì quarcosa su quer tizzio,

che nun sia certo più de ‘na sua foto …

***

… dovrebbimo evità parole o scritti

che sò definitivi da l’inizzio,

ma mejo ancora si restamo zitti.

***

Stefano Agostino

____________________________

***

La Roma in rima,Stagione 2017-18

18 Marzo 2018

Crotone – Roma

Crotone – Roma: 0-2

***

Vittoria, artri tre punti già in trasferta,

in terra calabbrese, cor Crotone

er primo go’ lo segna er Faraone,

er due Nainggolan de classe esperta.

***

Ma come in grossa parte de staggione

er merito è de Alisson … che scerta! …

parate a sarvà la porta aperta,

co granne sicurezza su ‘gni azzione.

***

‘Na bona gara pe tené a distanza

le avverzarie Champions sempre pronte

a inzeguì la corza in tracotanza.

***

Guardanno ar terzo posto a l’orizzonte

avanti co la tigna e la costanza,

je se potrà comunque tené fronte.

***

Stefano Agostino

**+

I sonetti romani,Schegge di vita

Dar Vangelo der giorno: “er chicco de grano”

Dar Vangelo der giorno: “er chicco de grano”

***

Gesù a li discepoli, a quer punto,

volle spiegaje e bene e chiaro a voce,

de che doveva da morì precoce,

creanno tra de loro disappunto.

***

“Lo so che a voi ve sembra tutto atroce,

ma si er chicco de grano”, prese spunto,

“nun mòre, nun dà frutto e qui è riassunto,

er fatto ch’Io ho da morì su in croce.

***

Chi ama la sua vita in de ‘sto monno

la perderà, ma a chi Me viè appresso

je la conzerverò ortre er gran sonno.

***

È giunta l’ora, e ‘st’ora viè qui adesso,

de rènne gloria a Dio e fino in fonno

la rennerò innarzato ar cèl Io stesso”.  

***

Stefano Agostino

______________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

17 Marzo 2018

Er sabbato

er sabbato

Er sabbato

***

Nun c’è bisogno d’abbità ar “villaggio”,

pe gustà er sabbato ch’è poesia,

senza levà a Leopardi maestria,

ché solo ar paragone sto a disaggio.***

***

Er sabbato è riassunto d’alegria,

è libbertà, dop’èsse stati ostaggio,

è l’autostrada che, senza pedaggio,

porta ar casello de ’gni fantasia.***

***

Sinonimo de stacco e de riposo,

che pure si sto a casa e che nun esco,

me lo sgoccetto quanno me lo doso.

***

Vorebbe pijà le firme, si ce riesco,

pe tutelà sto giorno prodiggioso

e fallo patrimonio de l’UNESCO.

***

Stefano Agostino

____________________

***

I sonetti romani,Romanamente

16 Marzo 2018

Domanna esistenziale

Domanna esistenziale

***

A Roma quanno ch’esco la matina,

penzo chissà si tornerò la sera,

… no nun so’ io che ciò la luna nera,

è ch’è cambiata l’aria cittadina.

***

De certo idillio prima poco c’era,

ma oggi ‘st’aria guasi t’assassina,

tutto è ‘na lotta e tutto se ‘ncasina,

ché a tornà vivo a casa ‘gnuno spera. 

***

Ner mezzo de l’asfarto ch’è un bijardo

senza er tappeto verde ma co palle

piene e fasciate ché sto già in ritardo …

***

… sto ‘mbottijato fisso a fà la fila,

e penzo si mai riuscirò a evitalle

‘ste buche che saranno centomila.

***

Stefano Agostino

_______________________________

***