Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for 13 Luglio, 2018

I sonetti romani,Romanamente

13 Luglio 2018

Er “vaffa”

Er “vaffa”

***

“Te ciànno mai mannato a quer paese”,

come cantava er mitico Arbertone,

pe ammorbidì parecchio l’espressione,

che s’usa tra dinamiche più accese.

***

E l’usa tutta quanta ‘sta Nazzione,

un VAFFA nun cià origgini contese,

né IGT, né DOP, né mai pretese

de provenienza da quarche Reggione.

***

Un VAFFA si è de còre già antistressa

più mejo de qualunque palliativo,  

de dì quarch’artra cosa a lui connessa.

***

Un VAFFA nun è mai così cattivo,

co ‘na potenza che resta la stessa,

pe un viaggio che nun è ripetitivo.

***

Stefano Agostino

__________________________

***