Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for 19 Luglio, 2018

I sonetti romani,Romanamente

19 Luglio 2018

Ar semaforo

Ar semaforo

***

È giallo … arivo e scatta er rosso adesso,

inchiodo, stop, so’ er primo de la fila,

de dietro a me è uguale la trafila,

l’artri automobbilisti a fà lo stesso.

***

Ma ecco accanto uno me se ‘nfila,

ché c’era un buco e questo ce s’è messo,

me supera … frattanto un artro ossesso

da ‘st’artro lato passa e viè a tremila.

***

Stavo davanti e ora m’aritrovo

che m’hanno superato tutti quanti,

so’ circondato, ormai, manco me movo.

***

Ma è giallo ancora … e er tempo che sto a perde,

pe aritrovamme fermo ché davanti,

 nessuno ha visto quanno ch’era verde!

***

Stefano Agostino

______________________________

***