Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

L'archivio di agosto 4, 2018

I sonetti romani,Schegge di vita

4 agosto 2018

Ciài da tené a l’amichi

 Ciài da tené a l’amichi

***

Ciài da tené a l’amichi, amico caro,

perché potresti aritrovatte solo,

‘sta vita mica sempre segue er volo

ch’hai scerto tu, pe mettete ar riparo.

***

L’amico vero, no uno preso a nolo,

che sappia quanno ride o èsse amaro,

che te comprenna e che nun faccia er baro,

puranche quann’è er tempo der conzolo.

***

Lo so ch’è tosta aritrovà un amico,

ma si ne scovi uno tiello stretto,

nun te lo fa scappà, te l’aridico …

***

… Ché a perde un’amicizzia cià un effetto

de fasse male che nessun nemico

ce riesce uguale manco co un proggetto.

***

Stefano Agostino

____________________

***