Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for 21 Novembre, 2018

I sonetti romani,Schegge di vita

21 Novembre 2018

A ‘gni giorno la sua pena

A ‘gni giorno la sua pena

***

’Gni giorno già j’abbasta la sua pena,

pe questo che conviè guardà ar presente,

co un occhio in là ar futuro, certamente,

ma no pe appesantì de più la schiena.

***

Ché già me pare arquanto coinvorgente

 combatte qua p’er pranzo e pe la cena,

pe stà a penzà, e spesso ce ’ncatena,

a quer che poi verà er giorno seguente.

***

Nun dico da nun costruì un futuro,

ce mancherebbe, anzi, è p’er motivo

de affrontallo mejo e più sicuro.

***

Si oggi ho poi svortato in positivo,

quer che ieri pareva tanto oscuro,

farò così domani e finché vivo.

***

Stefano Agostino

_________________________________

***