Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Dicembre 19th, 2018

I sonetti romani,Schegge di vita

19 Dicembre 2018

L’arbero de Natale

L’arbero de Natale

***

Li fiocchi e palle e nastri abbraccicati,

quelo sbrilluccichio de ’gni colore,

da l’occhi s’arifrette in fonno ar còre,

li penzieracci già l’ha cancellati.

***

Pare un camino acceso, dà calore,

li rami, co li fili intorcinati,

se smorza e accenne, a ritmi cadenzati,

facenno festa, senza fà rumore.

 ***

E nun importa certo la misura,

né quant’è ricco e o si ce sta er puntale,

si è vero o finto, enorme o in mignatura.

 ***

Quello che conta è che rènne speciale,

’gni cosa che cià intorno e ’gni cratura,

foss’anche un giorno solo, ma è Natale.

***

Stefano Agostino

________________________

***