Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Dicembre 29th, 2018

La Roma in rima,Stagione 2018-19

29 Dicembre 2018

Parma – Roma

Parma – Roma: 0-2

***

Tre punti de ‘na Roma anche corsara,

che vince a Parma e riesce a fà filotto,

così ar finì der dumiladiciotto,

‘st’annata sembra pure meno amara.

***

Der resto, stai a du’ punti appena sotto

er quarto posto ch’è ‘na merce rara,

pe come che s’è messa, in grossa tara, 

cià un senzo granne più der mejo motto.

***

Er primo go’ de testa è de Cristante,

che sta crescenno sempre e che, a raggione,

sta a diventà così determinante.

***

Er due è de Under, co un go’ su azzione,

a suggellà ‘na prova confortante

pe tutto er seguità de la staggione.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

Basta botti a Capodanno

Basta botti a Capodanno

***

È ‘na proposta ch’è come ‘na goccia,

ma tante gocce assieme fanno er mare,

perciò la faccio, armeno qui me pare,

de èsse franco a dì che ciò in capoccia.

***

Arivo ar punto, ché sinnò scompare:

co ‘st’aria che c’è ‘st’anno e che ce ‘ncoccia,

venti de guera e monno che scapoccia,

er Capodanno sia particolare.

***

Lassamo de schioppà tutti li botti,

petardi, razzi, ciccioli e fischioni,

nun li sparamo più, se semo rotti.

***

Penzamo a auguracce un ber domani,

senza guera e terore e pagà scotti,

saranno più felici gatti e cani.

***

Stefano Agostino

__________________________

***