Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Gennaio 2nd, 2019

I sonetti romani,Romanamente

2 Gennaio 2019

Er due gennaio

Er due gennaio

 ***

È 2 gennaio, l’eco de la festa

se smorza lentamente, o più, se ‘ntruppa

su scojo ar mare, naufrago, in scialuppa

de chi torna ar lavoro o ce s’appresta.

***

È er giorno de un brodino o quarche zuppa,

co lo spumante ancora a batte in testa,

de li bagordi fatti e quer che resta

è un sonno che t’addorme e te ‘nviluppa.

***

Saranno le lenticchie o er cotechino,

lo stommico me dà bandiera bianca,

se sazzia co un’anticchia de stracchino.

***

E un’ora de lavoro già me stanca

come si avessi fatto l’imbianchino

pe ripittamme Roma a destra e a manca.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***