Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Marzo 22nd, 2019

I sonetti romani,Schegge di vita

22 Marzo 2019

Li venerdì de Quaresima

Li venerdì de Quaresima

***

La carne nun se magna si è astinenza,

er venerdì in Quaresima è un esempio.

Lungi da me volé burlà cor Tempio,

ma vojo evidenzià ’sta diferenza.

 ***

Si nun tocco la ciccia, ma m’ariempio

co tutto quer che ciò ne la dispenza,

da che me so’ astenuto, in mia coscènza,

quann’ho magnato ar punto da fà scempio?

 ***

Senza la carne, nun me metto in pace,

si ciò la gotta o so’ veggetariano,

’gni artra parola è morta co un “qui giace”.

 ***

Pe me astinenza è in senzo più profano,

arinuncià a quarcosa che me piace,

ch’è fórze un sacrificio più cristiano.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***