Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Aprile 21st, 2019

I sonetti romani,Schegge di vita

21 Aprile 2019

Dar Vangelo der giorno: “nun è qui, è risorto”

Dar Vangelo der giorno: “nun è qui, è risorto”

***

Maria de Màgdala, ar matino presto,

annò ar seporcro ‘nd’era posto er Cristo,

co aromi e oli a unge er Corpo pisto

tre giorni dopo er fatto più funesto.

***

Penzò … come farò, e già me rattristo,

a toje er masso enorme messo lesto

davanti a quela tomba, co che gesto?

 Ma quanno che arivò co l’occhi ha visto …

***

… quer masso ch’era già stato spostato,

e un omo in veste candida je disse:

“Gesù qui nun ce sta e nun va cercato.

***

Tu nun avé paura: si era morto,

adesso è in Galilea, Lui che predisse,

tre giorni in cui sarebbe poi risorto”.

***

Stefano Agostino

____________________________

***

La Roma in rima,Stagione 2018-19

Inter – Roma

Inter – Roma: 1-1

***

Co ‘na giornata arquanto favorevole,

pe l’artri risurtati incolonnati,

pure tre punti sò stati sfiorati,

ma anche uno è bono e assai lodevole.

***

Merita applausi inconnizzionati,

er go’ der faraone ch’è notevole,

a dà un vantaggio che però è durevole

solo pe un tempo e un pizzico incrociati.

***

Er quarto posto, quinni, resta a un punto,

conzerva pur’er terzo la distanza,

e dietro poi nessuno t’ha raggiunto.

***

Da qui a la fine tocca fà ‘sta danza

lottanno fino a ottené quer sunto

d’annà a giocà la Champions, in sostanza.

***

Stefano Agostino

***