Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Aprile 29th, 2019

I sonetti romani,Romanamente

29 Aprile 2019

‘Na pentolaccia piena de facioli

’Na pentolaccia piena de facioli

***

Stai sempre a lamentatte pe ’gni cosa,

’na pentolaccia piena de facioli,

te fai venì così li fantioli,

nun c’è ‘na cosa che tu vedi rosa.

***

Te vai a cercà da te li cetrioli

che cascheno in saccoccia a secchi e a iosa,

più a te che a l’ortolano de famosa

battuta popolare de ’sti sòli.

***

Nun te sta bene gnente de ’sto monno

ciài da ridì su tutto dar matino,

quanno te sveji, a sera avanti er sonno.

***

E nun ce penzi a chi te sta vicino

che mentre tu protesti a ’gni seconno

cià già du’ palle a sfere da indovino.

***

Stefano Agostino

_______________________

***