Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for 1 Luglio, 2019

I sonetti romani,Tempi d'oggi

1 Luglio 2019

A che punto stamo…

A che punto stamo…

***

Me chiedo: guarda un po’ a che punto stamo:

s’esce de casa e già se córe er rischio,

che quanno s’aritorna, co l’immischio,

c’è un artro ar posto ‘ndove abbitavamo.

***

Nun dico d’abbaciasse sott’ar vischio,

tra uno e l’artro e disse poi: “Ti amo”,

ma manco d’arivà ar punto che famo

che vince er ladro, ner totale infischio.

***

La chiameno così: l’occupazzione,

come si fusse poi un fatto normale,

che ce s’arubbi già l’abbitazzione.

***

E ner disinteresse generale,

si nun t’assiste la televisione,

pe letto e cesso ciò da usà le scale!

***

Stefano Agostino

__________________________

***