Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for 8 Luglio, 2019

I sonetti romani,Schegge di vita

8 Luglio 2019

Ciao Gianlu’

Ciao Gianlu’

***

Ancora nun lo riesco manco a crede,

e dubbito perzino de me stesso,

ma nun pò èsse no … nun è successo,

er còre dar profonno se lo chiede.

***

Ch’er monno te s’è chiuso tutto appresso,

da sopra a quela moto che nun vede,

te lassa su l’asfarto, come a séde,

s’è spento tutto … e che succede adesso?

***

Gianluca, quer tuo sguardo cià inzegnato,

mó che sei ito via a l’improviso,

che quer che conta è tutto in quer ch’hai dato.

***

E me conzola che dar Paradiso,

‘ndó certamente tu sarai arivato,

nessuno spegnerà più er tuo soriso.

***

Stefano Agostino

___________________________

***