Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for 10 Luglio, 2019

I sonetti romani,Romanamente

10 Luglio 2019

Er malinteso

Er malinteso

***

A vorte basta ‘na parola a uffa,

pe fà scoppià da subbito le risse,

senza spiegasse mai, senza capisse,

succede che de un tratto ce se azzuffa.

***

Occhiate che se fanno torve e fisse,

provà a chiarì, fa solo che artra fuffa,

e s’arza un porverone de baruffa,

che nun se carma mai senza ferisse.

***

E basterebbe poco ar malinteso,

pe appianà la cosa e aggiustà er tiro,

senza arivà a odià fra chi s’è preso.

***

Ché strigni strigni a allargà ‘sto giro

tra le nazzioni in guera, er più è dipeso

da avé fatto tempesta de un sospiro.

***

Stefano Agostino

___________________________

***