Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Agosto, 2019

I sonetti romani,Romanamente

31 Agosto 2019

Trentuno agosto

Trentuno agosto

***

Trentuno agosto, aria de rientro,

e un po’ pe tutti, fine de vacanze,

der ricomincio de le propie usanze,

la vita a frullatore e stacce dentro.

***

Trentuno agosto, quanno le distanze,

da la periferia ar pieno centro,

che s’ereno accorciate a un’ora entro,

cor traffico ritorneno mattanze.

***

Trentuno agosto, quanno che l’estate

prepara lentamente le valigge,

ner tempo de l’accorcio de giornate,

***

a l’inquilino autunno a fàlle grigge,

trentuno agosto … ce vorebbe er Vate

quanno a l’inferno citava lo Stigge.

***

Stefano Agostino

_________________________

***

I sonetti romani,Romanamente

29 Agosto 2019

di MAIo ‘NA GIOIA

di MAIo ‘NA GIOIA

***

Ma co che faccia te presenti adesso,

dopo quela campagna elettorale,

in cui ciài detto ch’er PD è er male,

che va buttato dritto indentr’ar cesso?

***

Mó te ne esci che pe te è uguale,

(abbasta apportronasse, fa lo stesso),

unito cor PD e me vòi fà fesso,

parlanno de programmi e de morale.

***

Si avessi mai saputo che quer giorno,

quanno votavo te e ‘sto Movimento,

serviva solo a preparà er ritorno …

***

… a Renzi e ar suo PD e fàllo contento,

er voto te lo davo co ‘sto corno,

co un VAFFA me n’annavo via cor vento.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

Ortre er testo

Ortre er testo

***

A vorte ciò come la senzazzione,

che posso scrive fiumi de parole,

mettele in rima, chiare com’er sole,

pe condivide sempre un’emozzione …

***

… ma poi m’accorgo, e quanto assai me dole,

che a conti fatti quela mia intenzione,

nun l’ho tradotta come da copione,

o viè capita come ‘gnuno vole.

***

È un cruccio che me porto sempre appresso:

sarò riuscito a esprime er vero senzo

che sento in der profonno de me stesso?

***

Ma poi arifretto e me conzola questo:

che quer che conta è prova a dì che penzo,

ché chi lo sa apprezzà, va ortre er testo.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

28 Agosto 2019

28 agosto – Sant’Agostino

28 agosto – Sant’Agostino

***

Lo vojo venerà Sant’Agostino,

nun solo pe questione der cognome,

ch’è er mio, visto ch’er suo è invece er nome,

ma “S. (e punto)” e ar santo m’avvicino …

***

… ma più p’er fatto che Agostino, come

già San Francesco, Santo ner destino,

prima de diventallo fa un cammino

da peccatore, convertito, eccome.

***

Esempi, er suo e der frate d’Assisi,

che tutti ponno sempre cambià rotta,

anche chi sbaja strada o l’indecisi.

***

Anche chi ha preso più de quarche botta,

chi ha perzo sogni, identità e sorisi,

e, a chiosa, pure er fìo de ‘na mignotta.

***

Stefano Agostino

_______________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

27 Agosto 2019

Incollati a la portrona

Incollati a la portrona

***

È tutto un giro de conzurtazzioni,

tra inciuci e accordi pe rifà er Governo,

co tutti a cercà aiuti da l’esterno,

pe scongiurà possibbili elezzioni.

***

‘Gni piccolo partito fa da perno,

a regge er novo assetto tra fazzioni,

abbasta da evità le votazzioni,

che vanno a mette a rischio er sempiterno …

***

… e unico obbiettivo der potere,

ch’è quello de nun perde la portrona,

ariscallata grazzie a quer sedere …

***

… cui s’è incollata, pe restà ar Palazzo,

così che allora poi ‘gni scusa è bona,

pe nun scrollasse mai da sopr’ar c….

***

Stefano Agostino

______________________

***

La Roma in rima,Stagione 2019-20

25 Agosto 2019

Roma – Genoa

Roma – Genoa: 3-3

***

Comincia co un pareggio che dichiara,

che nun se pò giocà co ‘sta difesa,

che prenne go’ dovunque e che s’è aresa,

pe ben tre vorte in de ‘sta sera amara.

***

Se va in vantaggio e pare che s’è accesa,

quarcosa su in attacco forte e chiara,

ma conta poco si poi ne la gara

‘gni tiro contro è go’, e quanto pesa …

***

… partì in salita co ‘sto punticino,

che nun te fa sperà in chissà che cosa

ma che sta lì a dì che ‘sto cammino …

***

… cià già bisogno d’aggiustà la rosa,

da completà pe nun buttà ar cestino

‘st’artra staggione, cosa indecorosa.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Schegge di vita

24 Agosto 2019

Dar Vangelo der giorno – la porta stretta

Dar Vangelo der giorno: “la porta stretta”

***

“Sforzateve d’entrà a la porta stretta”,

così Gesù je disse lì a quer tale

che chiese der giudizzio univerzale,

de chi se sarva e quello che j’aspetta.

***

“In tanti prenneranno l’artro viale,

poca sarà la gente benedetta,

chi resterà de fòri, damme retta,

sarà chi stanno qua ha operato er male.

***

De questi arcuni busseranno allora,

rivennicanno quarche conoscenza,

– Nun ve conosco – Dio je dirà ancora.

***

Chi avrà vissuto amanno sarà degno

d’entrà ar banchetto e no pe fà presenza,

ma parte de la Gloria e der Suo Regno”.

***

Stefano Agostino

____________________________

***