Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for 13 Settembre, 2019

I sonetti romani,Schegge di vita

13 Settembre 2019

Momentacci loro

Momentacci loro

***

Ce sò momenti in cui pare che tutto,

te venghi addosso come viè ‘na frana,

senza un riparo e senza mai ‘na piana,

che te permetta de restà a l’asciutto.

***

La vita tutt’a un botto se fa strana,

quer che credevi certo viè distrutto,

e l’attimo a seguì è anche più brutto

de quello prima che già s’allontana.

***

Sò li momenti in cui te senti solo,

pure che stai co un sacco d’artra gente,

che sta a te come sta er sole ar polo.

***

Ma dentro sai d’avecce l’occorente,

pe risalì la china e spiccà er volo,

e poté dì: “nun me spaventa gnente”.

***

Stefano Agostino

_______________________

***