Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Dicembre 1st, 2019

La Roma in rima,Stagione 2019-20

1 Dicembre 2019

Verona – Roma

Verona – Roma: 1-3

***

‘Na gran vittoria e viè pure in trasferta,

sur campo der Verona, bello duro,

tre punti boni quinni p’er futuro,

e co ‘na gara certo assai sofferta.

***as

Er primo go’ de Kluivert, più maturo,

su assist de ‘na classe ormai certa,

de Pellegrini che azzecca la scerta,

ma er pari der Verona arza er muro.

***

Ma è un momento … fino a quer rigore,

segna Perotti e poi ne la ripresa,

è un tempo che ce dura un par de ore.

***

Fin quanno Mkhitaryan, gran sorpresa,

a tempo ormai scaduto e co valore,

inzacca er tre e chiude ‘gni contesa.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Schegge di vita

Dar Vangelo der giorno: “er padrone de casa cor ladro”

Dar Vangelo der giorno:

“er padrone de casa cor ladro”

***

Gesù j’ariccontò der suo ritorno,

quanno verà ner giorno più propizzio,

p’annacce preparati da l’inizzio

e nun finì a coce indentr’ar forno.

***

Quanno aritornerà, mica pe sfizzio,

c’è chi verà portato via de torno,

c’è chi verà lassato e là, in quer giorno,

se compirà poi er tempo der Giudizzio.

***

Je disse a li discepoli: “Vejate,

ché nun saprete er tempo der soqquadro,

quanno che tornerò e ve preparate …

***

… come potrebbe fà, pe favve un quadro,

chi cià ‘na casa e tiè l’armi puntate,

pe quanno, in piena notte, je viè er ladro”.

***

Stefano Agostino

__________________________________

***