Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for 5 Dicembre, 2019

I sonetti romani,Romanamente

5 Dicembre 2019

Er tigna

er tigna

Er tigna

***

Parlà co te è un dialogo tra sordi,

ché tanto fai l’orecchie da mercante,

er muro è più disposto e accomodante,

co te impossibbil’è trovà l’accordi.

***

Si ciài un’idea è quella, è ‘na costante,

de fattela cambià o limà li bordi,

mejo si lassi perde, te lo scordi,

pure davanti a verità lampante.

***

Ma sai che c’è? Mollo ‘sta discusione.

Così nun me ce addanno più e me ‘ncoccio,

cercanno d’aggiustatte l’oppignone.

***

Ottengo un doppio effetto: nun me scoccio

e faccio crede a te che ciài raggione,

quanno la verità è che sei de coccio!

***

Stefano Agostino

_________________________

***

***