Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for 12 Dicembre, 2019

La Roma in rima,Stagione 2019-20

12 Dicembre 2019

Roma – Wolfsberger E.L.

Roma – Wolfsberger: 2-2

***

La cosa più importante è arivata,

se passa er turno, er resto poco conta,

anche si certamente un po’ se sconta,

l’èsse seconna ch’è qualificata.

***

Ma intanto quer che vale e che orizzonta,

è che ‘sta Roma, sempre un po’ acciaccata,

nun s’è mai aresa mai, né arenata,

s’è fatta trovà invece sempre pronta.

***

Perciò nun me lamento pe ‘sto pari,

anche si un po’ bruttino a dilla tutta,

ma guardo avanti a l’impegni vari …

***

… ancora da giocà e qui nun se butta,

nulla de risurtati dorci e amari,

senza mai piagne, pur ch’er pianto frutta.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Schegge di vita

L’Attore principale

L’Attore principale

***

Te cerco tra l’addobbi e nun Te vedo,

e dì che sei l’Attore principale,

senza de Te, ma che vor dì er Natale?

Sarò ‘no scemo, eh sì, ma me lo chiedo.

***

In mezzo a ‘st’atmosfera generale,

de luci a intermittenza e der coredo

de nastri e de nastrini, nun ce credo

che Tu nun ce stai manco in laterale.

***

E me domanno, ma che se festeggia?

E perché mai se scambieno l’auguri,

si manchi Te e nun c’è chi Te conteggia?

***

Ce s’aritrova pe magnà deppiù,

ma c’è rimasto chi ancora se curi

de Te che nasci, oh Bambin Gesù?

***

Stefano Agostino

______________________

***