Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Aprile 12th, 2020

I sonetti romani,Schegge di vita

12 Aprile 2020

Dio è risorto

Dio è risorto

***

Nun è lezzione de Teologgia,

ché nun ne so’ de certo a l’artezza,

vojo parlà co te in tutta franchezza,

che dici: “Nun ce credo, è fantasia.

 ***

“M’abbasterebbe avecce ’na certezza”,

– te sento dì – “pe l’animaccia mia,

e crederebbe sì ar tuo Messia,

venuto qua pe dacce la sarvezza”.

 ***

Io t’arisponno a tono e co ’sta voce,

pe aricordatte che Lui era morto,

tre giorni prima appeso a quela Croce.

 ***

Si cerchi la certezza presta ascorto,

a che già ha vinto er buio più atroce,

 tre giorni dopo, quanno ch’è risorto.

***

Stefano Agostino

_________________________

***