Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Luglio 5th, 2020

I sonetti romani,Schegge di vita

5 Luglio 2020

Dar Vangelo der giorno: “er dorce giogo”

Dar Vangelo der giorno: “er dorce giogo”

***

“Io Te ringrazzio, oh Padre, ch’hai anniscoste,

‘ste cose a tutti quanti li sapienti,

l’hai rivelate, invece, e comprimenti,

a piccoli da l’anime disposte.

***

Nessuno Te conosce artrimenti

sinnò pe Me, qui da ‘st’umane coste,

e solo Io, Gesù, senz’artre imposte,

ne posso rivelà l’intennimenti.

***

Venite tutti, affaticati e oppressi,

Io ve ristorerò co ‘sta Mia Voce,

prennete er giogo Mio ch’è pe voi stessi.

***

Er giogo che nun pesa e che nun coce,

ch’er Padre dà, co l’annessi e connessi,

a l’ommini, a seconna de la croce”. 

***

Stefano Agostino

_____________________________

***