Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Luglio 22nd, 2020

La Roma in rima,Stagione 2019-20

22 Luglio 2020

Spal – Roma

Spal – Roma: 1-6

***

Kalinic segna er primo poi c’è er pari,

ma è un momento che va via cor vento,

co Carles Peres che, de gran talento,

tira ‘na rasoiata che fa sgari.

***

Er tre è de Kolarov che s’era spento

ma è arinato e va pe monti e mari

e gioca ovunque sa tra li più vari

come adattasse a un ròlo ‘gni momento.

***

Er quarto go e er quinto sò doppietta

de Bruno Peres che te fa l’azzioni

che pare stia a piottà pe la staffetta.

***L’

L’urtimo è poi er go’ capolavoro

che sanno fà sortanto li campioni,

come Zaniolo … e già er bimbo de oro.

***

Stefano Agostino

***

La Roma in rima,Poesie romaniste

22 luglio 1927

22 luglio 1927

***

Ner millennovecentoventisette,

22 lujo, uffici der Vicario,

Italo Foschi, omo leggendario,

vorze riunì tre squadre benedette …

***

Così quer giorno c’era ‘sto scenario,

Alba, co Fortitudo e Roman strette,

in un’Associazzione a tre, perfette,

lassanno fòra tutto er circondario.

***

Nacque così pe noi l’A.S. Roma,

cor giallo-oro e rosso-pompeiano

la Lupa e du’ gemelli pe assioma.

***

E da quer giorno chi è vero romano,

pe ‘na questione più de cromosoma,

la tifa, senza mai passà la mano.

***

Stefano Agostino

***

PER IL VIDEO-SONETTO VAI QUI: 22 luglio 1927

***

******