Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Agosto 16th, 2020

I sonetti romani,Schegge di vita

16 Agosto 2020

Dar Vangelo der giorno: “Gesù e la cananea”

Dar Vangelo der giorno: “Gesù e la cananea”

 ***

Quanno s’avvicinò ‘na cananea,

e disse: “Abbi pietà de me, Signore,

mi’ fìa è tormentata, sei l’Amore,

guariscila dar Male, pe nomea”.

***

Gesù, nun j’arispose e co stupore

rivorto a li discepoli in platea,

“Nun è israelita, nun è ebbrea:

solo a quer gregge, vengo a fà er Pastore”.

***

E a la donna: “Nun se dà ar cane,

er pane pe li fìi, tocca rifrette,

invece a fà così, se butta er pane”.

***

E quella: “Cagnolini co cagnette

se magneno l’avanzi e, si arimane,

er pane ito in tera in briciolette”.

***

Gesù, ar sentì quele parole sane, 

disse: “la tua gran Fede fa perfette

le tue richieste, fin’a adesso vane”.

***

Stefano Agostino

__________________________________

***