Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Dicembre 16th, 2020

I sonetti romani,Schegge di vita

16 Dicembre 2020

Preghiera de Natale

Preghiera de Natale

***

Signore mio, ascorta ‘sta richiesta,

er tempo è quello giusto der Natale,

fa’ quarche cosa Tu pe chi sta male,

contro ‘sta crisi e chi nun pò fà festa.

***

Qualunque cosa, purché sia speciale,

e che je dia un soriso che poi resta,

ma fórze la richiesta che ciò in testa

è faje avé ‘na vita più normale.

***

Penzace Tu, Signore, a scardà er còre

de chi ce l’ha aridotto a un ghiacciolo,

sciojennojelo senza fà rumore.

***

E fà sentì ‘gni omo meno solo,

rigalaje un’anticchia der Tuo Amore…

me pare hai detto: “Sì”. M’ariconzolo.

***

Stefano Agostino

___________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

Er presepio

er presepe

Er presepio

***

E cor presepio torno un po’ pischello,

casette illuminate, li pastori,

è giorno e notte, è un misto de colori,

tra pecorelle, er bue e l’asinello.

***

E sassi e ghiaia, er muschio, li rumori

de mestieranti e de quer mulinello,

la carta ch’è stagnola p’er ruscello,

ner celo ‘na cometa a fà l’onori.

***

Me l’ariguardo e l’occhio me se ‘ncanta,

davanti a la capanna e lì vicino,

polistirolo a neve che l’ammanta.

***

E m’aritrovo er còre regazzino,

in quer momento che fa Notte Santa,

a un tratto ariempie tutto quer Bambino…

***

Stefano Agostino

______________________________

***