Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Gennaio 31st, 2021

La Roma in rima,Stagione 2020/21

31 Gennaio 2021

Roma – Verona

Roma – Verona: 3-1

***

La Roma vince e già solo ‘sto fatto,

colora de sorisi tutto quanto,

tre go’ tutti in un tempo ch’è da schianto,

poi ner seconno sa regge l’impatto.

***

Er primo de Mancini, che de tanto

sàrta de testa e tocca … poi lo scatto

de Mayoral che serve co un bell’atto

Mkhitaryan p’er due che segna intanto.

***

Er tre è de Mayoral da sotto-rete,

poi solo da gestì … segna er Verona,

ch’è certa de riprenne e je compete.

***

Ma nun ce riesce ché la Roma dona

tre punti boni pe levà la sete,

de terzo posto che nun abbandona.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Schegge di vita

Dar Vangelo der giorno: “l’indemognato”

Dar Vangelo der giorno: “l’indemognato”

***

Gesù è ito quinni in sinagoga

de sabbato, così, pe Suo mannato,

quanno a un tratto un indemognato,

je se presenta in tutta la sua foga.

***

“Che vòi da noi?”, je dice, da ‘nvasato,

“Sei qui pe rovinacce e co la toga

d’èsse er Santo de Dio, er che t’aroga

diritto come Re de ‘sto Creato”.

***

“Taci” – Gesù risponne – “Esci de fòra,

spirito immonno, lassa stà ‘sto fìo”,

quello sortì, senza strazziallo ancora.

***

E l’artri tutti a dì: “Chi è ‘sto tizzio

che viè e commanna come fusse Dio?”…

E questo fu sortanto che l’inizzio.

***

Stefano Agostino

______________________________

***