Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Luglio, 2021

I sonetti romani

10 Luglio 2021

Wim-Wem

Wim-Wem

***

Appuntamento a Londra co la storia,

co Wimbledon e Wembley pe scenario

un fatto ch’è così straordinario,

che uguali nun ce sò ne la memoria.

***

Cì’è prima Berrettini a arzà er sipario,

finale contro er primo in graduatoria,

co Djokovic, eppoi giocà la gloria

contro l’ingresi in tutt’er campionario.

***

L’orgojo de vestì la maja azzura,

de portà in arto sempre er tricolore,

er sogno de l’impresa arquanto dura …

***

… ma che fa batte adesso forte er còre,

co Londra che ce fà sceneggiatura,

 fino a l’urtima goccia de sudore.

***

Stefano Agostino

***

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

9 Luglio 2021

Via Veneto

Via Veneto

***

Via Veneto: ’no scatto da rivista,

anche senza ritocchi de colore,

ar nato ricco nun je fa stupore,

pe chi c’è diventato è ’na conquista.

***

Percorza ar passo der rallentatore,

co tutt’er tempo lento der turista,

lei srotola quela sciccosa lista,

de posti ’ndó se ’nghinghera er signore.

***

Arberghi, bar, negozzi e ristoranti,

’gni occasione è bona a fà vetrina,

de perzonaggi noti a tutti quanti.

***

Ma chi mai finirà in copertina,

perché nun cià né carte, né contanti,

la “dorcevita” guarda in cartolina!

***

Stefano Agostino

_______________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

8 Luglio 2021

Er mejo amico

Er mejo amico

***

Er mejo amico è quello che t’aspetta,

che te sa sta vicino quanno occore,

che pure ’ncasinato, prenne e cόre,

pe dàtte tempo, orecchio, mano e retta.

***

Er mejo amico nun cià da discore,

j’abbasta un’occhiata in tutta fretta,

ha già capito tutto e se staffetta,

pe ditte ’na parola e dà calore.

***

Er mejo amico è er “semprepresente”,

quello che nun se chiama e nun se ’nvita,

ma si nun viè, je faccio sartà un dente.

***

Er mejo amico è chi, si stai in salita,

sa bene quann’è er tempo de fà gnente

e quanno quello de sarvà la vita.

**+

Stefano Agostino

____________________

***

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

7 Luglio 2021

Zodiaco

Zodiaco

***

Si vòi gustatte Roma in bella vista,

ciài da salì in pizzo a Monte Mario,

t’affacci da lassù co ’no scenario,

de la città che gongola er turista.

***

Zodiaco, se chiama, er planetario,

er nome de ’sto posto da rivista,

che fa volà da fermi e senza pista,

sopr’a ’sto panorama leggendario.

***

Davanti a te, inzino a l’infinito,

se stenne Roma, come messa in posa,

co l’eco eterna che rintona er mito.

***

Tra l’orizzonte tinto de ’gni rosa,

e er Tevere rifresso rinverdito,

l’azzuro de ’sto celo s’ariposa.

***

Stefano Agostino

_____________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

5 Luglio 2021

Grazzie Raffaella

Grazzie Raffaella

***

Un GRAZZIE enorme pe quela tua stella,

che ora vola dritta in Paradiso,

lassannoce impressi er tuo soriso,

cor casco bionno oro … Raffaella.

***

Sei ita via così a l’improviso,

sortanto oggi, su de ‘sta livella,

ner mentre sprizzi vita, la più bella,

potemo ditte un GRAZZIE condiviso.

***

Artista a tutto campo, ballerina,

attrice, anche comica, cantante,

co ‘na risata, la più sbarazzina.

**+

Ciao Raffaella … inzegna a santi e sante,

che troverai ‘ndov’è sempre matina,

le cose rigalate qui… sò tante.

***

Stefano Agostino

________________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

Er viaggiatore

Er viaggiatore

***

Er viaggiatore, dico pe passione,

no chi è turista solo de passaggio,

apprezza propio er gusto dentro ar viaggio,

più che ner punto de destinazzione.

***

E s’accontenta anche de un assaggio,

preso da un desiderio ch’è magone,

de coje ar centro tutta l’emozzione,

pe ripartì ner segno d’un miraggio.

***

Co l’occhi se immortala ’gni seconno,

più de ’na machinetta diggitale,

pe imbagajallo impresso in der profonno.

***

Tanto ’na foto, pe quanto speciale,

fusse pure der mejo pizzo ar monno,

nun darà mai l’effetto der reale.

***

Stefano Agostino

_____________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

4 Luglio 2021

Dar Vangelo der giorno: “er profeta in patria”

Dar Vangelo der giorno: “er profeta in patria”

***

Gesù, tornato a Nazaret, parlava

der Regno e de Divini inzegnamenti,

tutta la gente a dì: “Ma senti, senti …

nun è quer fìo ch’è nato qui?” … ciarlava.

***

“Da ‘ndó je vengheno ‘sti intennimenti

e ‘sta sapienza? … Prima lavorava

cor padre suo Giuseppe eppoi contava

Maria pe madre e tanti pe parenti?”

***

Gesù vedenno quela poca Fede,

disse: “Nissun profeta in casa sua,

viè rispettato e qua nun Me se crede!”

***

Così che disse co malinconia:

“Che triste èsse estraneo in patria tua”,

e detto fatto se n’è ito via.

***

Stefano Agostino

_______________________________

***