Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Luglio, 2021

I sonetti romani,Nuova edizione,Romanamente

2 Luglio 2021

Er navigatore

Er navigatore

***

Me so’ comprato er navigatore,

l’aggeggio pe fornì le indicazzioni,

in modo da seguì le direzzioni,

sicuro ch’er traggitto sia mijore.

***

Basta impostaje le destinazzioni

e in un seconno, cor carcolatore,

lui pìa er segnale dar ricevitore

e trova mappe, strade e previsioni.

***

Ma ’sto modello qua è un po’ tarocco,

’na mezza sòla, presa a basso costo,

te dà un percorzo, perloppiù, farlocco.

***

Così come a l’antica, prima accosto,

me fermo, scenno, chiedo e, senza sbrocco,

arivo ar punto e trovo pure er posto!

***

Stefano Agostino

________________________

***

I sonetti romani,Romanamente

1 Luglio 2021

Ecchice a Lujo

Ecchice a Lujo

***

Ecchice a Lujo, viè pe smezzà l’anno,

ché s’ariggira tutto er calennario,

l’Estate ch’arza forte er suo sipario,

pe mette in scena giorni che già sanno …

***

… de tempo da sfruttà, straordinario,

pe imbagajà ricordi che, a commanno,

pòi richiamà in memoria, de rimanno,

quanno in inverno er vento va contrario.

***

È er nome stesso tutto suo de Lujo,

che dà la senzazzione de gran luce

a contrastà la notte ch’è in subbujo.

***

Fin quanno c’è canicola in azzione

poi passa er testimone a chi ricuce

er gioco quann’è Agosto, er solleone.

***

Stefano Agostino

__________________________

***