Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Maggio 8th, 2022

I sonetti romani,Nuova edizione,Romanamente

8 Maggio 2022

Er lavativo

Er lavativo

***

Er lunedì, nun vado, sto in permesso,

er martedì, riunione sindacale,

mercoledì, congedo parentale,

er giovedì nun posso, ché me stresso.

***

Er venerdì ciandrebbe, ma fa male,

annacce un giorno solo – e che so’ fesso? –

così che allungo – e me sarà concesso –

er fine settimana naturale.

***

E dopo un anno lungo de lavoro,

prenno le ferie a chiude la staggione,

si nun sto in malatia, ché guasi moro.

***

Mó esco, vado in pausa colazzione,

torno pe pranzo e dopo m’aristoro,

penzanno a quanno che annerò in penzione!

***

Stefano Agostino

_____________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

Mamma

Mamma

***

Ce n’ha bisogno pure er Sor Iddio,

de l’occhi dorci e er còre de ’na mamma,

dà ’na carezza pe ’gni fotogramma,

si n’abbisogna Lui, penza un po’ io.

***

Sarò mammone, nun me pare un dramma,

e si è un probbrema, è un probbrema mio,

nun ce sò scòle su com’èsse fìo,

né libbri da studià co ’sto programma.

***

Da quanno m’ha ospitato ner pancione,

nun m’ha lassato mai, manco un seconno,

senza legamme a lei, come in priggione.

***

Quello che intenno è tanto più profonno,

sta ner soriso giusto a ’gni occasione,

quanno sto in cima e quanno in culo ar monno.

***

Stefano Agostino

_______________________

***