Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

30 Novembre 2012

Er teatro de la vita

Er teatro de la vita

***

Nun hai da èsse solo che un attore

pe stà a aspettà che s’apra er tuo sipario

e mette in scena er ruolo tuo primario:

te stesso, ar centro, sott’ar projettore.

***

Cambianno palco, pubblico e scenario,

teatro, quinte, sfonno e riflettore,

continui a recità, ventiquattr’ore,

la parte de te stesso, volontario.

***

De fronte a te c’è un pubblico reale,

ma fà er pienone o un’affluenza scarza,

dipenne dar soggetto teatrale.

***

Sta a te de vive solo da comparza

o da protagonista principale

e fà ‘na vita vera e no ‘na farza.

***

Stefano Agostino

__________________________

  1. Hai messo in versi la vita osservata da un punto di vista… scenografico eheheh! Effettivamente ognuno interpreta se stesso a copione libero, a braccio, improvvisando, in un “variety show” dove la cosa più importante non sono gli applausi ma l’intima gratificazione di aver riempito ogni istante di contenuti significativi!

    Comment by Silvio — 30 Novembre 2012 @ 09:38
  2. Molto bello: siamo tutti protagonisti di qualcosa di unico e irripetibile. Io spero di prendere l’oscar.

    Il pensiero del giorno racchiude tutto!
    Buona giornata e sempre FORZA ROMA.

    Comment by letizia — 30 Novembre 2012 @ 09:59
  3. Er Teatro? La vita ‘n Teatro? Su quer parcoscenico ce se recita de tutto: drammi, commedia e comicità. Tutto se svòrge camaleonticamente. Oggi, presempio, so’ da fischi e òva marce; speramo mejo domani.
    Er penziero der giorno avrebbe da esse un engmistico cambio d’inizziale: così è ‘n’imperativo, co la “m” la quint’essenza der tifo carcistico.

    Comment by 'svardo — 30 Novembre 2012 @ 13:21
  4. bellissima…come sempre del resto!La vita anche io la vedo come un palcoscenico dove spero di dare sempre il meglio di me stessa….FORZA ROMAAA

    Comment by enrica — 30 Novembre 2012 @ 15:32
  5. Grazie a tutti per i vostri interventi. Come sempre siete il necessario complemento al sonetto.

    Comment by Stefano — 30 Novembre 2012 @ 15:46
  6. Bellissima… comunque vera…

    Comment by Vincenzo COPPOLA — 3 Dicembre 2012 @ 17:15

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>