Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

24 Maggio 2013

Ciao Don Gallo

Ciao Don Gallo

***

Der tuo modo d’aggì ciavremo sete,

ma quer ch’hai fatto porteremo in dote,

in mezzo a un monno de parole vote,

la tua ’na storia de cose concrete.

***

E tra le vite da “dolenti note”,

sei ito a annuncià notizzie liete,

a dà speranza, questo è un vero prete

e a dacce amore, questo è un sacerdote.

***

Te ringrazziamo quinni pe l’esempio

de chiesa che viè giù dar piedistallo

a portà Cristo in là, fòri dar tempio.

***

E mó sta a tutti noi da imitallo,

possibbirmente senza fanne scempio,

ma tu riposa in pace, ciao Don Gallo.

***

Stefano Agostino

________________________

  1. Prete “vero”, figura esemplare, lontana dalla retorica, uomo che ha sempre lasciato parlare i fatti: proprio ciò di cui ha più bisogno questo Paese, persone come lui da imitare, modelli da seguire!

    Comment di Silvio — 24 Maggio 2013 @ 09:07
  2. Grande uomo e sacerdote vicino agli ultimi, vero esempio di Gesù! Riposa in pace nella gloria di Dio.

    Comment di letizia — 24 Maggio 2013 @ 10:22
  3. Don Gallo, quale Parrocchia?. Mi piacerebbe conoscere il suo C.V. per farlo leggere al mio Parroco.
    Se così è stato, oggi sarà di sicuro tra gli Angeli in Gloria Dei.

    Comment di 'svardoASR'29 — 24 Maggio 2013 @ 22:28
  4. P.S.: Sbaglio o ha una forte somiglianza con Papa Francesco?

    Comment di 'svardoASR'29 — 24 Maggio 2013 @ 22:29
  5. Ok, me so’ documentato. Si, è stato un grande, un sacerdote d’avanguardia. Ce ne fossero come lui. Confermo: è nella Gloria tra gli Angeli.

    Comment di 'svardoASR'29 — 25 Maggio 2013 @ 10:40

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>