Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

7 Novembre 2013

Abbassa la cresta

 

Abbassa la cresta

***

A te che penzi solo a la cariera,

fregannotene assai de le maniere,

a seguità co carci ner sedere,

e a leccà da la matina a sera.

***

A te che nun t’abbasta avé un mestiere,

pe cui già tanta gente se dispera,

tu vòi elevatte da l’umana schiera,

 su ‘na portrona de chi cià potere.

***

A te te dico abbassa quela cresta,

e l’aria superiore da fighetto,

ch’è tutta scena e poco artro resta.

***

E dedico de còre ‘sto sonetto,

così magari te lo ficchi in testa,

ch’er posto tuo è un ber trono ar gabbinetto.

***

Stefano Agostino

____________________________

  1. Certo, de norma parteno sempre dar gabbinetto de quarcuno, magara scaricannoje ‘o sciacquone. So’ la peggiore risma de ipocriti.

    Comment by 'svardoASR'29 — 7 Novembre 2013 @ 09:51
  2. “…tu vòi elevatte da l’umana schiera, su ‘na portrona de chi cià potere…”: ahò ma questa è ‘na fotografia diggitale eheheh…!!!

    Comment by Silvio — 7 Novembre 2013 @ 10:59
  3. Proprio ben fatto! L’Italia è piena de ‘sta gente.

    Comment by letizia — 7 Novembre 2013 @ 11:06
  4. P.S.: speriamo che stasera Piola gioca, se no per loro la vedo bbbbrutta!
    Ho letto da qualche parte una intervista a Piola (non so quando è stata fatta) che ha detto di aver giocato in piccole squadre, e quando gli hanno ribattuto “ma la lazio?”,lui ha risposto “mezza e mezza”. ahahahahah

    Comment by letizia — 7 Novembre 2013 @ 11:11
  5. Letizia, grazie della segnalazzione, ecco il sito:
    http://www.giallorossi.net/quando-piola-disse-ho-giocato-in-squadre-deboli-prima-la-pro-vercelli-poi-la-lazio-video/

    Comment by RomamoR AsR '929 — 7 Novembre 2013 @ 15:31

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>